Da Branzi al Rifugio Laghi Gemelli

Da Branzi al Rifugio Laghi GemelliContinua la nostra serie di uscite nei rifugi: oggi è il turno del più famoso nella bergamasca, il rifugio Laghi Gemelli. Per raggiungere questo meraviglioso rifugio ci sono tre possibili percorsi: due in valle Brembana ed uno dalla valle Seriana. Se partiamo dalla valle Seriana, il sentiero parte da Valcanale, più precisamente dal rifugio Alpe Corte, mentre dal versante brembano quello più conosciuto è sicuramente quello da Carona. In questa uscita, però, percorreremo quello meno conosciuto che parte da Branzi al rifugio laghi Gemelli.

Da Branzi al Rifugio Laghi Gemelli: come arrivare al sentiero

Per poter raggiungere l’inizio del sentiero da Branzi al Rifugio Laghi Gemelli lasciamo la nostra macchina nell’ampio parcheggio accanto al comando dei Carabinieri in Piazzale Caduti per la Patria, in fondo al parcheggio troviamo un ponte in legno continuiamo fino ad incrociare via Cascata, teniamo la sinistra e percorriamo l’intera via. Al termine troviamo sulla destra il sentiero il numero 212, da qualche hanno chiamato “sentiero del partigiano”.

Da Branzi al Rifugio Laghi Gemelli: il percorso

Il sentiero da Branzi al Rifugio Laghi Gemelli comincia costeggiando alcune abitazioni per poi inerpicarsi nel bosco. Si risale il versante fino ad arrivare ad un piccolo ponte che ci permette di superare un piccolo torrente. Dopo pochi metri una serie di tornanti che ci fanno prendere quota e ci portano in un canalone boscoso.

Siamo più o meno a metà del percorso, ancora un piccolo sforzo e il fresco bosco lascia il posto ad una radura dove in lontananza si vede la diga del lago Piano Casere, attraversiamo la diga, dove il panorama è mozzafiato e continuiamo lungo il sentiero.

Costeggiamo il lago dove troviamo numerosi edifici utilizzati dai tecnici della diga, qui è un ottimo punto per poter piantare la tenda qualora si volesse fermarsi per ammirare il cielo stellato; il sentiero da Branzi al Rifugio laghi Gemelli continua lambendo il lago Marcio giunti alla fine del lago troviamo un ponticello che ci permette di superare il lago e continuare la nostra uscita. Manca davvero poco in lontananza si vede un edificio dalle persiane rosse ma non facciamoci ingannare non è il rifugio, ma una costruzione per il controllo delle diga.

Ecco l’ultimo tornante che ci porta alla nostra meta il magnifico rifugio laghi Gemelli vi lascio il sito per tutte le info.

La vista è incantevole merito anche dell’imponente diga che trattiene le acque dei due specchi d’acqua è davvero maestosa.

All’esterno del rifugio troviamo una fontanella, dall’acqua veramente fresca anche nel periodo estivo con la quale possiamo riempire le borracce e per poter riposare vi sono anche alcune panchine. Dopo aver mangiato qualcosa e fatto riposare le gambe ripartiamo per la discesa.

Alla prossima

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.