Da San Giovanni Bianco a Dossena sulla via Mercatorum

Da San Giovanni Bianco a DossenaRieccoci tornati dopo la pausa invernale e come uscita abbiamo deciso di percorrere un tratto dell’antica via medioevale che da Nembro arriva a Camerata Cornello dove si incrociava con la strada Priula. Stiamo parlando della via Mercatorum, il tratto che percorreremo oggi è da San Giovanni Bianco a Dossena.

Da San Giovanni Bianco a Dossena: come raggiungere il sentiero

Il percorso da San Giovanni a Dossena inizia dal parcheggio presso la vecchia stazione ferroviaria di San Giovanni Bianco lungo la Ciclabile della Val Brembana.

Superato il sottopasso giriamo a sinistra dove ci immettiamo nella sede protetta della ciclabile, qui abbiamo due alternative possiamo prendere la scalinata alla nostra destra e passare per i magnifici borghi di Oneta e Cornello dei Tasso, due perle incastonate nelle nostre montagne, oppure proseguire diritti lungo la ciclabile. A voi la scelta, noi vi consigliamo una visita ai due borghi.

Una volta giunti a Camerata Cornello, se avete seguito la ciclabile subito prima della seconda galleria, seguite la strada alla vostra destra che vi porterà lungo la Sp29bis, continuate e dopo circa 400 metri sulla destra troveremo un piccolo ponticello di ferro e legno dal quale inizia la via Mercatorum. Se invece vi siete fatti convincere e avete deciso di visitare i due borghi, troverete lungo il sentiero dei segnavia indicanti la via Mercatorum, e una volta arrivati a Cornello dei Tasso continuate per Camerata Cornello arrivando sempre al ponticello che vi dicevo sopra.

Eccoci arrivati sulla via Mercatorum

Superato il ponticello seguiamo il sentiero alla nostra sinistra che costeggia la riva del Brembo all’interno di un bosco, qui il sentiero inizia a salire in maniera graduale senza grossi strappi.

Usciti dal bosco il paesaggio è mozzafiato sulla sinistra apre la vallata con alle sue spalle le maestose cime. Continuiamo lungo il sentiero e dopo poco costeggiamo alcune costruzioni qui troviamo il primo cartello in legno che ci indica la direzione per Dossena.

Il sentiero rientra nel bosco e poco dopo arriviamo all’abitato di Grumo qui costeggiamo la chiesa e prendiamo un piccolo sentiero sulla sinistra superato un piccolo prato continuiamo lungo la carrozzabile fino a trovare un’altra indicazione che ci riporta all’interno di un piccolo canale abbastanza impegnativo non tanto per la pendenza ma per il folto fogliame a terra che copre i numerosi sassi che formano il fondo del sentiero. Noi abbiamo fatto questo tratto da San Giovanni Bianco a Dossena nei primi giorni di febbraio, dove lo spessore delle foglie arrivava fino a metà del polpaccio rendendo tutto molto più accidentato.

Risalendo il sentiero arriviamo alla chiesa di San Rocco, che alla prima occhiata sembra la versione in scala ridotta del Santuario dello Zuccarello di Nembro, qui finalmente percorriamo qualche decina di metri della strada carrozzabile per la gioia dei nostri piedi, fino ad arrivare in altri due piccoli abitati Bosco Fuori e Bosco Entro. Da qui in poi il sentiero inizia a prendere quota sempre immerso in un meraviglioso bosco.

Si continua fino a sbucare su via Risorgimento nel comune di Dossena ci siamo quasi, seguiamo la strada fino a trovare un altro cartello che indica Villa. Qui finisce per oggi il nostro tratto lungo la via Mercatorum, continuiamo la carrozzabile fino ad arrivare nel centro di Dossena per riposare un pò e rifocillarci delle energie spese.

Durante il ritorno fate molta attenzione alle foglie molto insidiose soprattutto in discesa la caduta potrebbe essere dietro l’angolo…..

Alla prossima uscita..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.