Ciclabile valle Brembana (Bergamo)#2, da San Pellegrino a San Giovanni Bianco

Proseguiamo con questo post nella scoperta della ciclabile valle Brembana.
Dopo aver visto la prima tappa (da Zogno a San Pellegrino, località Pregalleno), oggi entriamo nel vivo della pista ciclabile, quello che da San Pellegrino porta a San Giovanni Bianco.

Questa tappa è sicuramente più caratteristica della prima: si passa nel glamour retrò che la cittadina termale conserva, nonostante il tempo, e poi ci si addentra nella natura della valle che incornicia il percorso, ricavato sulla linea ferroviaria che (dal 1926 al 1966) ha collegato San Pellegrino a Piazza Brembana.

Se abbiamo percorso la prima parte del percorso, al punto 6 siamo arrivati a San Pellegrino. Ora, la ciclovia Val Brembana si interrompe e, dopo aver percorso via Pregalleno, al punto 7 della mappa, troviamo l’imbocco della pista ciclabile.
Se, invece, vogliamo partire da San Pellegrino, raggiungiamo il parcheggio nei pressi del punto 7.

Imbocchiamo la ciclovia e, sulla destra, troviamo le imponenti rocce e le cascatelle; mentre alla sinistra, s’impone il Brembo e, oltre, s’intravede la cittadina termale. Per godere meglio del paesaggio montano che incornicia e del rumore dei flutti in sottofondo, prima di incominciare la ciclovia, possiamo imboccare il piccolo tratto al di sotto della pista e sederci su una delle panchine.
La ciclovia, anche in questa tappa, è completamente asfaltata, molto fresca – anche in estate – e completamente pianeggiante, ad esclusione del dislivello prima di località Ca’ de Rizzi.

Il primo tratto si conclude, dopo un centinaio di metri, con l’interruzione del percorso ciclopedonale all’altezza della tranquilla piazza dove si tiene il mercato di San Pellegrino (punto 10) che possiamo attraversare senza nessun problema.
Subito dopo la ciclovia ricomincia: dopo pochi metri, appena prima del campo da calcio, c’è una stradina (punto 11), in fondo alla quale possiamo trovare un ampio parco giochi per i bambini, un bar con servizi e un’area wi fi free. Se desideriamo fare una piccola deviazione dalla ciclovia, prestiamo attenzione: si è in contromano.

In corrispondenza del campo sportivo, c’è anche la partenza del percorso salute della città di San Pellegrino, un itinerario di 18 tappe ginniche, per oltre 2200 m di percorso che si snoda sulle colline circostanti con un dislivello di circa 200 m (punto 12).
Proseguiamo nella nostra escursione e, dopo aver superato il Gran Hotel, la pista si interrompe, in prossimità dell’incrocio dell’ex stazione ferroviaria (punto 13), dove troviamo un bar e un ristorante.
Si tratta di un attraversamento poco frequentato e abbastanza sicuro. Siamo ora nel cuore della pista ciclabile: dalla stazione, dichiara un ceppo marmoreo, mancano 4200 m a San Giovanni Bianco.
Poco oltre, inizia la serie di gallerie e la suddivisione della carreggiata.
Le gallerie sono provviste di illuminazione, ma non sempre è funzionante: il consiglio è quindi quello di portarsi una torcia e, visti i problemi di infiltrazione, eventualmente un ombrello o un impermeabile.

Dopo la prima galleria, si arriva all’area definita (coraggiosamente) di ristoro Antea. In realtà, non ci sono ne’ tavoli picnic e nemmeno fontanelle. Ci sono solo alcune panchine. Anche se non vogliamo concederci una sosta, possiamo fermarci per ammirare la cappella votiva e una panchina proprio dinanzi al Brembo (sulla sinistra). Un posto che sicuramente colpisce per la pace che ispira e l’impeto del Brembo che scorre sotto.

Proseguendo, la ciclovia si affianca alla corsia di immissione sulla statale 470. All’andamento pianeggiante si sostituisce un deciso sali scendi, con attraversamento dell’incrocio che collega San Pellegrino alla statale che richiede sicuramente un po’ di prudenza.
Dopo aver attraversato la strada, superata la salita, ci troviamo in località Ca’ de Rizzi.
L’agglomerato di case è tranquillo, in un attimo siamo di nuovo nel percorso protetto (km 23.70) che presenta alcune cartine direzionali, panchine e un ponte che si affaccia sul Brembo, lasciando intravedere in lontananza lo sfrecciare dei veicoli sulla statale, incorniciato dai solenni monti retrostanti.
Dopo una serie di gallerie alternate alla montagna e ai boschi della valle, per un totale di 2400 m, passiamo sopra il Brembo e alla statale 470, e siamo arrivati nel territorio di San Giovanni Bianco.
Se vogliamo uscire dalla pista ciclabile e raggiungere uno dei bar o punti ristoro presenti sulla statale, appena si conclude il percorso protetto, giriamo a destra in un passaggio alberato, al termine del quale ci troveremo sulla statale. Da tener presente che il passaggio, nella sua fase finale, ha diversi gradini (punto 19), altrimenti proseguiamo fino al punto 20, ampio parcheggio dell’ex stazione ferroviaria di San Giovanni Bianco. Troveremo bar e supermercati ad attenderci.

CICLOVIA DELLA VAL BREMBANA, DA SAN PELLEGRINO (Loc. Pregalleno) A SAN GIOVANNI BIANCO: 12 km (andata e ritorno)

CONSIGLIATA a piedi, in bicicletta (mountain bike, da corsa, da città tenendo conto delle salite un po’ impegnative prima di località Ca’ de Rizzi).
Percorribile anche con passeggini.

LUOGHI DI RISTORO:
– bar a San Pellegrino, in prossimità del campo da calcio, raggiungibile dal punto 11;
– bar e ristorante della ex stazione ferroviaria di San Pellegrino (punto 14);
– bar lungo la statale 470 a San Giovanni Bianco, raggiungibile uscendo dal punto 19; attraversando la statale e svoltando a destra, in direzione Bergamo, a qualche centinaio di metri;
– bar e supermercato al parcheggio ex stazione ferroviaria di San Giovanni Bianco (punto 20).

AREA WI-FI FREE:
– parco in prossimità del campo da calcio, raggiungibile dal punto 11.

<– Ciclovia Val Brembana#1: da Zogno a San Pellegrino

Ciclovia Val Brembana#3: da San Giovanni Bianco a Camerata Cornello –>

* Le fotografie della galleria sono condivisibili non per fini commerciali, con l’attribuzione della paternità; per conoscenza, scrivi una mail a [email protected]

Una risposta a “Ciclabile valle Brembana (Bergamo)#2, da San Pellegrino a San Giovanni Bianco”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.