Da Brivio al Lago di Garlate ciclabile dell’Adda #4

da brivio al lago di GarlateEccoci giunti alla quarta tappa della ciclabile d’Adda, l’ultima volta ci siamo fermati nella pittoresca Brivio la tappa di oggi, parte da Brivio al lago di Garlate.

Come arrivare a Brivio

Per raggiungere Brivio bisogna seguire la indicazione in direzione Lecco, una volta superato il passaggio a livello di Caprino Bergamasco raggiungiamo una rotonda e imbocchiamo la terza uscita seguendo le indicazioni per Brivio, e in poco meno di mezzora eccoci arrivati al suggestivo ponte di Brivio. Superiamo il ponte e continuiamo per ancora qualche centinaia di metri arrivati ad una rotatoria prendiamo la terza uscita e, nei pressi di una casa di cura, troviamo un parcheggio pubblico. Tramite un comodo sottopasso, decorato con colorati murales, attraversiamo la rotonda con facilità, da qui proseguiamo su via Terraggio e poi su via Alessandro Manzoni che ci porta all’imbocco della ciclabile.

Da Brivio al lago di Garlate il percorso

Imboccata la ciclabile, percorsi poche centinaia di metri, ci immergiamo completamente nelle campagne seguendo il serpeggiare del fiume. La ciclabile da Brivio al lago di Garlate ha molteplici sedimi, passiamo dalla terra battuta al cemento fino allo sterrato.
Buona parte del percorso da Brivio al lago di Garlate costeggia placido il fiume con numerose spiaggette dove poter riposare o solamente godersi i suoni della natura, e rimirare i numerosi uccelli che sorvolano il fiume; lungo tutto il percorso troviamo anche alcune aree pic nic attrezzate con tavolini e in alcune con giochi per i più piccoli.
Dopo circa un’oretta e mezza di camminata raggiungiamo il primo dei due laghi della tappa di oggi, quello di Olginate.
La ciclabile continua costeggiando il lago e arrivando fino alle chiuse costruite negli anni Venti dello scorso secolo, dove incomincia il lago di Garlate, la nostra meta di oggi.
Il lungo lago, molto curato e attrezzato con diverse panchine e qualche tavolino, è il luogo ideale dove poter mangiare e godersi il lago, di tanto in tanto pista di atterraggio per idrovolanti che smuovono le acque chete e lasciano spumeggianti scie.
Riposati e rifocillati ci rimettiamo in cammino per tornare al nostro punto di partenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.