Un’autostrada sospesa per bici: utopia o realtà?

Bergamo, con il suo territorio vasto e variegato, con uno scenario prealpino di primo livello, è un ottimo incentivo per prendere la propria bicicletta e fare un bel giro. Le piste ciclabili sono sempre di più, per fortuna, e concedersi qualche ora lontani dalle principali arterie, in sella alla propria due ruote non è un’utopia.

Quella che rimane un’impresa piuttosto ambiziosa è circolare nella città vera e propria in bicicletta: i rischi sono tantissimi, fra traffico intenso, autobus e tir, piste ciclabili non sempre ben collegate a tutti i punti periferici della città.
Situazione che, nei paesi del Nord Europa, non è invece così critica: lì la cultura di una mobilità più sostenibile è più radicata e gli investimenti per la mobilità dolce molto più frequenti e sostanziosi.

Ciò non bastasse, negli ultimi anni è stato lanciato un progetto rivoluzionario che, se venisse approvato e in seguito prendesse piede nel mondo, travolgerebbe davvero la vita e le abitudini di noi tutti: una pista ciclabile sopraelevata, rispetto alle arterie ferroviarie.

Si chiama Skycicle e, per ora, è stata studiata per Londra: a lanciare l’innovativa idea di mettere al sicuro da autobus e vetture i ciclisti londinesi, su una pista di circa 219 km, è Norman Foster, architetto britannico, titolare di uno dei primi dieci studi di architettura al mondo (secondo la BD Insurance Bureau) e fermo sostenitore dell’architettura hi-tech.

Il suo progetto prevede la realizzazione di una galleria, con numerosi punti d’accesso, che divenga un’autostrada esclusivamente dedicata alle biciclette, con un traffico orario stimato di 12.000 ciclisti. Un sogno che, secondo le stime, potrebbe diventare realtà in venti anni. Staremo a vedere; per ora, limitiamoci a immaginare un futuro dove anche all’ombra delle Mura Venete sia dato sempre maggior spazio alle biciclette e alle piste ciclabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.