Salire al Canto Alto dal versante sud (Sorisole e Bruntino)

salire al canto altoNoto a tutti per la sua imponente croce metallica, il Canto Alto (1146 metri) è una delle mete escursionistiche più amate dai bergamaschi: la salita è a tratti impegnativa, ma in circa un paio di ore di cammino si può avere davanti a se’ una vista straordinaria a 360 gradi del territorio della nostra provincia.
Per salire al Canto Alto ci sono diversi sentieri, oggi vediamo insieme quelli che partono da Sorisole e Bruntino, lungo il versante sud della cima.

Salire al Canto Alto da Sorisole

Il sentiero che ci porta al Canto Alto da Sorisole è uno dei più brevi: il punto di partenza è la località Pisgiù (550 metri) e il segnavia è il 220 CAI.
Imboccata la strada acciottolata che parte dal Pisgiù, teniamo al primo bivio la destra e, dopo un centinaio di metri, sulla sinistra troviamo il sentiero che si addentra nei boschi.
La prima parte è abbastanza pianeggiante, con tratti rocciosi che sporgono dal terreno, mentre il tratto che precede la forcella del Camblì diviene decisamente impegnativa con un ripido inclinarsi della pendenza su sedime roccioso.

In alternativa, potete aggirare il tratto roccioso che precede la forcella del Camblì, deviando a sinistra e seguendo un sentiero decisamente meno impervio e su terra battuta.
La prima tappa possiamo organizzarla alla Forcella di Camblì (731 metri), raggiungibile in 40 minuti dal Pisgiù, dove giunge anche il sentiero 113 CAI che collega Bruntino Alto ai Prati Parini.
Riprendiamo il nostro percorso, salendo per i massi rocciosi che troviamo a nord della forcella; il sentiero rimane poi abbastanza pianeggiante e ombreggiato fino alla località Al Monte (820 metri), dove ci sono diversi rustici ristrutturati. Proseguiamo sempre dritto e, superata la località La Senna (938 metri), il sentiero si inerpica portandoci alla cresta.
Qui, se giriamo a sinistra raggiungiamo in quota i Prati Parini, mentre il nostro obiettivo è a destra. Superiamo la cappelletta che occupa l’angolo e percorriamo un piacevole tratto erboso verso Est, fino a raggiungere un grande prato (Colle di Sant’Anna 1050 metri), con panchetta picnic.
Rientrando nel bosco, percorriamo alcuni tornanti a prevalenza roccioso e, in circa 15 minuti, siamo arrivati a destinazione, il Canto Alto (1146 metri) che, con la sua vista su Bergamo, ci avrà ben presto fatto dimenticare le fatiche escursionistiche.

Località di partenza: Pisgiù (550 metri)  (Sorisole)
Località di arrivo: Canto Alto (1146 metri)
Sentiero 220
Difficoltà escursionistico
Tempo di percorrenza circa 2 ore andata e 2 ore di ritorno
Stagioni tutte

Salire al Canto Alto da Bruntino alto

Bruntino alto è una frazione di Villa d’Almè, da cui parte il sentiero 113 CAI che conduce ai Prati Parini, passando dalla Forcella di Camblì, dove confluisce anche il 220 CAI, appena visto che collega Pisgiù al Canto Alto.
Dunque, per chi volesse fare un giro decisamente più lungo per raggiungere il Canto Alto, passando per la verdeggiante e rilassante Valle del Giongo, si può ipotizzare di partire da Bruntino alto e arrivare alla forcella del Camblì (percorso che avevamo visto qui), dopo di che proseguire seguendo le indicazioni del 220 CAI.

Località di partenza Bruntino alto (Villa d’Almè) ( circa 400 metri)
Località di arrivo: Canto Alto (1146 metri)
Sentiero 113 (fino forcella di Camblì) e 220
Difficoltà escursionistico
Tempo di percorrenza circa 2,45 ore andata e circa 2,45 ore ritorno
Stagioni tutte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.