Da Bergamo a Zogno in bici: come raggiungere la ciclabile Valle Brembana

Ciclabile Valle Brembana da Bergamo a Zogno in biciChi di noi non ha sentito parlare di quanto siano belle le gallerie della ciclabile della Valle Brembana? E chi di noi non ha almeno una volta nella vita desiderato percorrerla…
La ciclabile della Valle Brembana  è, a buon diritto, un fiore all’occhiello della nostra provincia, ma – a onor del vero – ha un piccolo diffetto e, ahinoi, nemmeno trascurabile: non è stata ancora completata.

Infatti, oggi come oggi è completamente percorribile in sede protetta il tratto che Zogno va a Piazza Brembana (circa 20 km), ma secondo i progetti iniziali la ciclabile dovrebbe incominciare a Bergamo e concludersi a Piazza Brembana, per totali 40 km!
In molti decidono di percorrere solo il tratto “finale” (quello da Zogno), ma farlo da Bergamo a Piazza Brembana, ripercorrendo quindi il percorso che faceva il treno, sarebbe un altro discorso… Purtroppo, la bacchetta magica non esiste e, per ora, rimane un’utopia percorrere il tragitto originario, ma se desiderate comunque cimentarvi nell’impresa di pedalare lungo la Valle, esiste un percorso da fare da Bergamo a Zogno in bici, senza respirare tutti i gas di scarico della provinciale.

Come raggiungere la ciclabile Valle Brembana da Bergamo a Zogno in bici: itinerario e consigli

 

Finalmente ci siamo come tanti mi hanno chiesto integro una mappa con il percorso che da Bergamo porta all’inizio della ciclabile della Valle Brembana.

Sulla mappa troverete una variante segnata con due indicatori gialli al percorso sopra spiegato che vi porterà ad affrontare il tornante e prendere via della Repubblica e successivamente via Val d’Imagna fino ad incrociare sulla destra Via Clanezzo  fino ad arrivare in via Regina Teodolinda. Nella versione scaricabile in gpx sono purtroppo bianchi ma con dicitura variante all’articolo.

Aggiornamento al 2 Novembre

Inaugurata il tratto su sede protetta che collega i comuni di Almè con Villa d’Almè, un altro piccolo tassello è stato messo al suo posto.

Il percorso che vi proponiamo (che peraltro è quello proposto anche dai totem ufficiali della ciclabile che trovate strada facendo, salvo una breve deviazione alla Ciclabile della Merletta) è sicuramente più sicuro e piacevole che mettervi sulla provinciale 40. Tuttavia, parliamoci chiaro: non è un percorso su sede protetta e le strade da attraversare non sono sempre tranquille vie residenziali; non è un tratto semplice e, in una parola, evitate questa esperienza con bambini.

Detto questo, se volete partire da Bergamo e arrivare a Zogno (dove, al piazzale del mercato, inizia il percorso su sede protetta) vediamo come fare.
Potete partire da Valtesse dove, nei pressi del Campo Utili, trovate la ciclabile Greenway del Morla, sicura e molto rilassante.
Arrivati al Monastero di Valmarina, continuate sulla ciclabile del Torrente Quisa che, fra il fresco dei Colli, vi poterà infine ai piedi del Santuario della Madonna di Sombreno.
Imboccate via Breno e, all’incrocio con via Roma, tenete la destra; percorrete tutta questa via lunga e dritta (che poi si chiamerà Ponte Regina) e, in fondo alla strada – dove c’è una strettoia-, vi consigliamo di seguire le indicazione per la ciclabile della Merletta, anzichè quelle della Ciclabile della Valle Brembana.

Ciclabile Valle Brembana da Bergamo a Zogno in biciSi tratta di una deviazione facile, piacevole e molto sicura che ci porta infine nel territorio di Villa d’Almè. Usciti dalla ciclabile della Merletta, tenete la sinistra e troverete di nuovo le indicazioni per la ciclabile della Valle Brembana: girate a sinistra in via Ghiaie che vi porta poi sulla provinciale 14 che dovete percorrere (ecco, appunto, perchè dicevamo che i bambini è meglio lasciarli a casa).

Se siete a piedi (o decidete di condurre la bici a mano) non attraversate subito la strada, ma percorrete il marciapiede e poi il tratto di strada protetto dal guardrail fino all’altezza di un complesso di case abbandonate e un’officina.
Dovrete poi attraversare la strada (ci sono delle strisce pedonali appena inizia la salita, in corrispondenza delle fermate dell’autobus) e procedete dall’altra parte (si riesce a camminare anche dietro il guardrail).
Per tutti (a piedi e in bici), dopo lo svincolo con Via Corna del Begatto, inizia un percorso molto ben protetto che ci permette di affrontare l’ultimo tratto del tornante; quando il percorso protetto finisce, tenete la sinistra e imboccate una scalinata a ciottoli (abbastanza impervia e difficile in bicicletta) che ci porta prima i via dell’Ospedale e poi in via Cimaer ad Almenno San Salvatore.

Passatoefuturo

In cima alla scalinata, girate a destra e proseguite sempre dritto su Via Cimaer; dopo una sbarra, la strada si chiama Regina Teodolinda ed è una zona prevalentemente industriale (ma pianeggiante!) che ci porta infine a Clanezzo, lo storico borgo che potete visitare se avete voglia di scoprire un’interessante pagina di storia nostrana.

Percorrendo la provinciale 23 arrivate a Ubiale: a dispetto del nome, la strada è abbastanza tranquilla e usata solo per il traffico locale; proseguite lungo la provinciale, passando sotto il viadotto di Sedrina, dove – prestando particolarmente attenzione, girate a sinistra, dopo alcuni metri, percorrete sempre la provinciale 23, rimanendo sulla strada principale fino a raggiungere (attraversate vari abitati, di cui il principale è quello di Stabello) dopo circa 3,5 km, trovate il ponte di Zogno che vi porta dall’altra del fiume Brembo, appunto a Zogno.
Qui proseguite, sulla destra, imboccate Via degli Alpini sulla destra e vi trovate nel piazzale del mercato di Zogno da dove parte la ciclabile della Valle Brembana… buon giro!

8 Risposte a “Da Bergamo a Zogno in bici: come raggiungere la ciclabile Valle Brembana”

  1. Ciao!
    Mi hai fatto venire una gran voglia di buttarmi nell’impresa ma, purtroppo, pianificando la strada con Google Maps, mi vengono forti dubbi riguardo l’imboccatura della Ciclabile della Merletta.
    Dove si prende?
    Mi rendo anche conto che, all’incrocio di Via Ponte Regina e via Dante (che preferirei evitare) si intravede una via non asfaltata che corre sulla sponda del fiume e sbuca in via Ghiaie: stiamo parlando della nostra cara Ciclabile della Merletta?
    In ogni caso grazie per le informazioni 🙂

    1. Ciao, l’mgresso nel comune di Almè è l’incrocio di Via Ponte Regina con Via Riviera non è con Via Dante, mentre nel comune di Almenno San Salvatore è in via Ghiaie, nei pressi del “tornante”

    1. Ciao, i lavori stanno continuando a giugno è stata aperta il tratto tra Campana e l’abitato di Fonderia (sempre in territorio di Villa). Mentre a luglio dovrebbe essere aperto il tratto tra Fonderia e la stazione di Villa d’Almè.

      Cordialmente
      Paolo di BergamoGreen

  2. Ciao BergamoGreen,
    mi permetto di segnalare un articolo sulla “ciclovia Brembana” che contiene descrizione, foto e traccia GPS dell’intero itinerario con partenza dalla stazione ferroviaria di Bergamo, realizzato ad ottobre 2019, quindi con indicazioni recenti.

    Trovo molto interessante il percorso proposto che attraversa la città su ciclabili e pedonabili, fino ad intercettare la greenway del Morla e la ciclabile del Quisa e arrivare a Sombreno: mai un pezzo lungo la viabilità urbana!

    Ecco il link: https://90rpm.blogspot.com/2019/10/pista-ciclabile-valle-brembana-da.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.